Il Deployment Leader della Lean Six Sigma

Deployment Leader

In origine, la Six Sigma era stata concepita come metodo per migliorare la qualità di un processo produttivo: il cliente stabiliva che cosa si dovesse intendere per qualità, ed ogni processo doveva perseguirla cercando di limitare al massimo la variabilità – la causa prima di qualsiasi difetto.

Successivamente, in General Electric la Six Sigma è diventata un vero e proprio modello di management mirato a realizzare la strategia aziendale.

Le potenzialità della Six Sigma sono incrementate con l’integrazione del modello Lean:

Six Sigma

Lean

Eliminazione delle cause di difettosità generate dai processi per migliorare l’affidabilità delle prestazioni.

Eliminazione degli sprechi generati nei processi per migliorare, contemporaneamente su: qualità, costi e livello di servizio al cliente.

La Lean Six Sigma è, oggi, una filosofia di sviluppo dell’organizzazione e del business e, come tale, caratterizzata da una complessità gestionale che richiede una leadership forte. La figura del Deployment Leader ha il ruolo di guida per tutte le risorse dedicate a realizzare e sostenere il percorso di miglioramento.

Il successo della Lean Six Sigma in un’organizzazione dipende dalle attitudini del Deployment Leader, i cui compiti principali sono:

  • Individuare le persone da coinvolgere nel programma LSS e stendere il relativo piano di formazione;
  • Gestire il portafoglio dei progetti proposti dagli sponsor;
  • Gestire il rilascio dei progetti sulla base delle indicazioni strategiche e delle risorse disponibili;
  • Monitorare, insieme agli sponsor, l'avanzamento dei progetti e il rispetto dei tempi stabiliti;
  • Verificare i requisiti di certificazione dei Project Leader (black belt, green belt);
  • Controllare che i benefici economici complessivi dei progetti siano in linea con gli obiettivi del budget annuale.

Il deployment leader è, solitamente, un ruolo a tempo pieno con la responsabilità dello sviluppo del programma Lean Six Sigma e del raggiungimento dei risultati finali. Nella struttura organizzativa è la figura di coordinamento fra:

  • la direzione aziendale, che definisce le politiche, le strategie e gli obiettivi del Business; il deployment leader gestisce il portafoglio progetti per coprire le direttive strategiche;
  • i manager operativi: sono invitati dal deployment leader a proporre idee di miglioramento e di progetti in linea con la strategia aziendale; diventeranno sponsor dei progetti al momento del rilascio operativo;
  • il deployment leader assegna i progetti di miglioramento ai project leaderblack belt, green belt e kaizen leader, ne verifica il rispetto delle tempistiche e ne valuta le performance della gestione operativa;
  • il personale disponibile è selezionato dal deployment leader per avviare il loro percorso formativo all’interno del programma Lean Six Sigma (Project Leader o Team Member);

Come si vede, il nostro deployment leader non ha di che annoiarsi!

Ognuna di queste interfacce richiede di adeguare contestualmente lo stile di leadership:

  • nel rapporto con la direzione ricopre il ruolo di “esperto metodologo” e coadiuva il top management nella definizione di obiettivi stimolanti ma, al contempo, raggiungibili;
  • nel rapporto con gli sponsor dei progetti la sua leadership deve risultare particolarmente efficace sia nel controllo dei progetti, sia nell’individuare le opportunità di miglioramento
    più rilevanti per la strategia aziendale
    più adatte all’applicazione della metodologia
    da realizzare in tempi brevi (3-6 mesi)
    con risorse molto limitate (team di 3-4 persone dedicate a tempo molto parziale)
  • nei confronti dei black belt, dedicati a tempo pieno ai progetti Lean Six Sigma, la leadership è di tipo gerarchico; il deployment leader li guida nel loro lavoro e gestisce le loro esigenze (ferie, retribuzioni, incentivi).

Appare del tutto evidente l’importanza e la complessità del ruolo del deployment leader che, pertanto, richiede figure accuratamente preparate allo scopo.

Nelle grandi organizzazioni, che adottano da anni la Lean Six Sigma, al deployment leader viene chiesta una preparazione a operativa a livello black belt, integrata con lo sviluppo di capacità di leadership.

Nelle imprese di piccole e medie dimensioni che stanno, sempre più spesso, implementando questa metodologia, questo ruolo può giustificare un’assegnazione a tempo parziale e la direzione decide, in molti casi, di inserirlo fra le incombenze del Responsabile dell’Assicurazione Qualità.

In tali casi è importante che la direzione non giustifichi anche la formazione a livello parziale!

Indipendentemente dalla dimensione aziendale, questo ruolo richiede sempre, necessariamente, la formazione a livello black belt e l’adeguato sviluppo delle capacità di leadership.